close

Confermo di essere un operatore qualificato (Cliente Professionale) e accetto i Termini e Condizioni di questo sito.

Si prega di effettuare il login per accedere all'area dedicata agli investitori instituzionali.

Per richiedere le chiavi di accesso clicca qui

 

La gamma Risk Parity

25 novembre 2016 | Invesco

La strategia di costruzione del portafoglio ‘Risk Parity’ approccia l’asset allocation in base al rischio e non alle asset class: l’allocazione di un portafoglio ‘Risk Parity’ viene definita, quindi, in base al peso in termini di rischio apportato da ciascuna asset class (Azioni, Obbligazioni e Materie Prime).

Invesco Balanced-Risk Allocation Fund è un prodotto già noto ed apprezzato in Italia. Si caratterizza per un modello di gestione più orientato verso la replica degli indici di mercato, con una prevalenza marcata della componente strategica (long only), storicamente più stabile.

Invesco Global Markets Strategy Fund è un prodotto più recente che prende posizioni più decise sul mercato allo scopo di generare valore: qui è preminente la componente tattica (long/short), orientata a cogliere opportunità sul breve periodo anche attraverso l’utilizzo di strumenti e veicoli evoluti .

Soluzioni complementari per il mercato contemporaneo

Invesco fornisce oggi un accesso intelligente ai prodotti Risk Parity, grazie ad una gamma di due prodotti a gestione attiva disegnati per essere tra loro complementari, componendo un’offerta commerciale in grado di adattarsi con efficacia a diverse condizioni di mercato e volatilità1.

1La volatilità misura l’ampiezza delle variazioni subite dal prezzo di uno strumento finanziario in un determinato periodo e non è, pertanto, costante nel tempo.

Asset allocation tradizionale

Asset allocation tradizionale

 

Il modello "Risk Parity"

Il modello Risk Parity

Fonte: Invesco. A scopo puramente illustrativo

Una distribuzione speculare del budget di rischio, fra tattica e strategia

Una distribuzione speculare del budget di rischio, fra tattica e strategia

Fonte: Invesco. A scopo puramente illustrativo

L’allocazione strategica è calcolata attraverso le stime di volatilità e correlazione e fissata mensilmente.

Il posizionamento attivo consente alle ponderazioni degli asset di allontanarsi dall’allocazione strategica di lungo termine. Il portafoglio viene corretto ogni mese.

I risultati della strategia tattica (long/short) possono essere scostamenti dall’allocazione strategica (long only) sia per singolo asset che per asset class.

Considerazioni sui rischi dei fondi

Sebbene il livello di rischio complessivo dei fondi intenda essere in linea con quello di un portafoglio bilanciato di titoli azionari e di debito, non vi è la certezza che questo obiettivo venga raggiunto. Poiché i fondi faranno ampio ricorso a strumenti finanziari derivati a fini di investimento oltre il valore del portafoglio, si potrebbero verificare ampie oscillazioni del loro valore. I fondi utilizzano strumenti derivati per ottenere una leva finanziaria fino a tre volte il valore dei loro attivi netti. I fondi saranno esposti alle materie prime per diversificare il rischio del portafoglio. Le materie prime sono generalmente considerate investimenti ad alto rischio e possono generare ampie oscillazioni del valore dei fondi. I titoli di debito sono esposti al rischio di credito, ossia alla capacità del mutuatario di pagare gli interessi e rimborsare il capitale alla data del rimborso.

Informazioni importanti

La pubblicazione ha carattere meramente informativo. Non contiene offerte, inviti a offrire o messaggi promozionali, rivolti al pubblico o a clienti al dettaglio, finalizzati alla vendita o alla sottoscrizione di prodotti finanziari.

La decisione di investire in azioni di un fondo deve essere effettuata considerando la documentazione d’offerta in vigore. Questi documenti (Documento contenente le Informazioni Chiave per gli Investitori specifico per fondo e classe, prospetti e relazioni annuali/semestrali) sono disponibili su questo sito, al seguente link. Le Spese Correnti prelevate da ciascuna Classe di azioni del Fondo in un anno, sono indicate nel relativo Documento contenente le Informazioni Chiave per gli Investitori (KIID). Potrebbero emergere direttamente a carico del cliente altri costi, compresi oneri fiscali, in relazione alle operazioni connesse al fondo. Le classi a distribuzione corrisponderanno di norma i dividendi nei modi descritti nel vigente Prospetto Informativo e nel Documento contenente le Informazioni Chiave per gli Investitori (KIID).

Il valore dell’investimento può fluttuare (anche in relazione all’andamento delle quotazioni) e gli investitori potrebbero non vedere restituito l’intero capitale investito. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri e non vi è garanzia di ottenere uguali rendimenti per il futuro.

Qualora fosse fatta menzione di specifici titoli, ciò non implica la loro presenza nel portafoglio del fondo e non rappresenta un’indicazione acquisto o vendita. Le opinioni espresse fano riferimento alle attuali condizioni di mercato e sono soggette a modifica senza alcun preavviso.

Strumenti